sabato 5 febbraio 2011

IL PUNTO “P” dello Scrittore

Che tu ti senta scrittore o meno il punto P riveste una certa importanza,  potere, potenziale, prestanza, persuasione, positività, protagonismo ed altre P ancora.
Alcuni esempi celebri? Eva per esempio non sarebbe così famosa se non avesse ben due punti P. su cui appoggiarsi ‘P.P.Eva’, ‘Melissa ‘ invece ne ha uno solo, ma immagino che questo determinerà che  la sua notorietà non durerà tanto quanto quella di Eva.
Bene se state pensando che ora parleremo di sesso sappiate che non è così,  anche se le cronache ci ricordano che è una valida scorciatoia per la notorietà ignoreremo  per un attimo Berlusconi ed i bunga bunga, parleremo  invece di Prostituzione (dite che è la stessa cosa??), allora specifichiamo:  Prostituzione commerciale dello scrittore.
 P come Prostituzione (commerciale) dello scrittore.
Hai iniziato con un i diario a cielo aperto, hai sviscerato  te stesso così tante volte che adesso pesi meno di una testa vuota, scrivendo hai ‘sudato’ per  capire cosa sei  e cosa vuoi, c’hai perso un bel po’ di tempo e nella migliori delle ipotesi hai capito cosa volevi ieri.
Ti brucia un po’ , ma ti slanci in un gesto d’altruismo,  ti senti pronto per andare a spiegare al mondo come funziona l’essere vivi, ne senti l’esigenza perché non vuoi che tanta fatica vada sprecata o semplicemente per sentirti un po’ meno ‘fesso’ ad aver perso così tanto tempo.
Senti che raccontare la tua storia potrebbe aiutare gli altri, in un momento d’estasi auto celebrativa  magari sfiori l’idea che sia  la tua mission divina, il motivo per cui sei nato.  Ti accorgi subito che non ti si fila nessuno, una buona autocritica ti farebbe capire che nessuno impazzisce per le tue seghe mentali a meno che tu non sia George Clooney o Megan Fox.
E’ qui che il cerchio si chiude, hai iniziato per capire chi sei, e hai finito capendo che sei un pirla come tanti altri … abbiamo ottenuto un buon risultato.
Ma ad essere pignoli c’è qualcosa che fa la differenza tu  hai voglia di scrivere! quel difettuccio li siete solo qualche milione ad averlo … (brutta bestia  la concorrenza) ed allora inizia il tuo processo di prostituzione..inizia quando ti chiedi: Cosa vuole leggere la gente?
 Assecondare le mode per una maggior visibilità, non è forse prostituzione della mente?
Inizia la scelta, Menestrello di corte  o Genio incompreso?

Nessun commento:

Posta un commento